email

 

password

 

Benvenuto visitatore [ registrati | ]
il blog della musica napoletana

16/03/2018 Monica Sarnelli al Teatro Cilea con lo spettacolo "Chesta sera"

blog
Tutte le news sulla musica napoletana

 

Pino Daniele: Federico Salvatore gli dedica una canzone
Inserito il 08 gennaio 2015
Pino Daniele: Federico Salvatore gli dedica una canzone

Riportiamo il post pubblicato su Facebook dal cantante napoletano in ricordo del bluesman partenopeo: «Voglio ricordarlo con questa canzone scritta di getto»

«Con la morte di Pinotto (perché così lo chiamavano noi lazzari felici del quartiere Stella) muore un pezzo della mia vita: ‘a giuventù! Il Pinotto “napulitano” della rabbia, delle tematiche sociali e dei mali della città, ha sicuramente condizionato e influenzato la mia attuale svolta artistica. Ecco perché in Se io fossi San Gennaro non ho condiviso un Pino Daniele “italiano” più melodico e sentimentale. E’ di fatto, però, che ultimamente era ritornato alle sue radici, alla sua e nostra Napoli. E a nome di Napoli desidero ricordarlo con una canzone scritta di getto, con un nodo in gola e un cazzotto nel cuore.
E me ne fotto di quanti possano pensare di voler strumentalizzare un evento tragico per cercare visibilità. Chiunque vive a Napoli (malpensanti compresi) ha almeno un ricordo legato a una canzone di Pinotto».

"a P.D."

Dint’’o core tengo na corda
‘e chitarra napulitana
ca me sona Bella ‘mbriana
quanno ‘o core nun pò durmì.

E ammiscanno na bossa nova
cu ddoje note senz’Alleria
dint’’o scuro stu core mio
sent’addore d’’a giuventù.

Ogni canzone è Viento ‘e nustalgia
ca scenne ancora pe Santa Teresa
e tu Annarè ca mmiez’’e panne spase
st’Ammore scumbinato vuò asciuttà.

Donna Cuncetta zuòccole e suspire
ch’allucca: A San Gaitano ‘o tiempo è oro!
E io me sparto l’ultima Marlboro
cu ‘e Lazzari felici comm’’a mme.

Dint’’o core tengo na corda
ca si a Nàpule Schizzechèa
sento ‘a voce d’Appocundria
ch’accumencia a cantà pe mme.

E’ sultanto Chi tene ‘o mare
è l’adduobbeco pe stu core
ca se sonna guaglione ancora
cu ‘a speranza che Anna verrà.

Ogni canzone è viento ‘e Terra mia
nu suonno ‘e giuventù cu ll’uocchie chiuse
si pure Dio cu ‘e sante Mparaviso
mò cantano cu ttico Napul’è.

Putesse essere allero comme allora
ma ‘O tiempo vola e Nun ce stà piacere
si pure schiara juorno E’ sempe sera
Suonno d’ajere ca nun torna cchiù.

Federico Salvatore

 

 

 

 

 

 

articoli simili
07 NOV
Pino Daniele: arriva “Tracce di libertà” con 6 inediti
Il 4 dicembre è la data che tutti i fan di Pino Daniele si devono segnare sul calendario. Arriva infatti in tempo per il periodo natalizio una nuova ricca raccolta dedicata ai primi passi nel mondo della musica del compianto [...] Leggi tutto
15 MAG
Il 9 giugno esce "Nero a metà live", album con l'ultimo concerto di Pino Daniele
L’ultimo emozionante concerto di Pino Daniele dello scorso 22 dicembre al Mediolanum Forum di Assago-Milano diventerà l’album postumo “Nero a Metà Live”, in uscita il 9 giugno. L’album, [...] Leggi tutto

CSS Valido!