email

 

password

 

Benvenuto visitatore [ registrati | ]
il blog della musica napoletana

16/03/2018 Monica Sarnelli al Teatro Cilea con lo spettacolo "Chesta sera"

blog
Tutte le news sulla musica napoletana

 

INTERVISTA ESCLUSIVA - Gianni Sacco: "Quest'anno compirò 40 anni di carriera"
Inserito il 19 febbraio 2015
INTERVISTA ESCLUSIVA - Gianni Sacco: "Quest'anno compirò 40 anni di carriera"

Gianni dai tuoi esordi ad oggi sono passati tantissimi anni.. Come pensi si sia evoluta la figura di cantante?

Quest’anno compierò 40 anni di carriera, la figura di cantante si è evoluta grazie ai mezzi di informazione (radio, televisione, internet e tecnologie discografiche e pubblicitarie). Ricordo i miei esordi quando c’era solo la Rai e Radio Nazionale. Non esistevano ancora le radio libere e le tv private ed internet e la discografia non era all’avanguardia come oggi.  Io feci il primo 45 giri alla King Record di Aurelio Fierro. Era tutto live, l’orchestra suonava ed io cantavo tutto dal vivo. Adesso si inserisce la voce sulle basi musicali. Prima era molto più bello, avevi più stimoli, più passione, più interpretazione.

 

Qual'è il momento piu emozionante della tua carriera?

Il momento più bello della mia carriera è stato il debutto al Teatro Mediterraneo alla Mostra D’oltremare con la grande orchestra. Mi tremavano tremendamente le gambe e il cuore era a mille.  Non dimenticherò mai quel giorno. Anche oggi quando mi esibisco in pubblico è come se fosse sempre la prima volta e guai se non fosse così significherebbe non sentire le emozioni e non essere artista. Per cantare ci vogliono 10 lire di voce e 100 lire di cuore.

 

Hai certamente conosciuto il grande Mario Merola... Che ricordi hai di Merola??

Eravamo molto amici, sono stato a casa sua diverse volte. Ho pranzato con lui anche insieme a Franco Franchi. Ho duettato con lui diverse volte, la gente andava in delirio quando lo sentiva. Che bei ricordi. E’ stato un grande artista, ha rappresentato la canzone napoletano in tutto il mondo. Ultimamente sono andato a trovarlo al cimitero. Mettergli un fiore davanti alla sua bara è il minimo che oggi posso fare per lui.

 

Con D'Alessio? Che rapporti ci sono attualmente con Gigi D'Alessio?

Gigi lo conosco da ragazzo, quando suonava ai matrimoni giù al Transatlantico con il suocero. Lui mi ha scritto due canzoni che ho inciso in due dischi. Diversi mesi fa ci siamo visti ad un matrimonio di una sua parente, ed insieme a Rosario Miraggio e a Anna Tatangelo ci siamo divertiti tantissimo. Mi ha accompagnato al pianoforte ed ho cantato diverse canzoni classiche napoletane.

 

Quale canzone del tuo repertorio tieni in modo particolare?

Tutte perche le sento mie.

 

Che consigli ti senti di dare ad un giovanissimo che sogna di intraprendere, un percorso come il tuo?

Oggi è difficile intraprendere questo lavoro, o si hanno le doti oppure è inutile.  Bisogna intraprendere questa strada con amore e passione e perfezionarsi con lo studio che è davvero importante. Infine bisogna avvalersi di persone serie e competenti perché nel nostro ambiente, come in tanti altri ambienti, ci sono persone che fanno solo accattonaggio e sono degli sprovveduti che vogliono solo lucrare. Infine un ultimo consiglio ai giovane,”restate sempre in contatto con il pubblico, abbiate rispetto per loro e soprattutto restate umili.”

 

Da pochi mesi è scomparsa una persona davvero importante della tua vita... Quanto è stato importante la presenza di tua madra nella tua carriera?

In questo momento che ti sto scrivendo, provo una grande emozione perché hai toccato il profondo del mio cuore. Lei mi manca come se mancasse la luce e l’aria. E’ stata la donna più importante della mia vita, un punto di riferimento della mia esistenza. Tra noi esistenza quel cordone ombelicale che ci ha legato per una vita e poi ci ha separati. Per me è stata una istituzione, mi ha insegnato ad amare, a rispettare e ad essere altruista. Insomma mi ha fatto diventare uomo.

 

La Redazione - Piazzetta Napoli

 

 

 

 

 

 

articoli simili
30 MAR
INTERVISTA ESCLUSIVA - Luca Sepe: "Sono sempre me stesso, davanti e dietro le telecamere"
Qual è il “segreto” della tua arte? Quali sono, secondo te, le doti e le condizioni che ti hanno portato a questo grande successo? Non saprei dire se c'è un segreto...io non faccio altro che essere me stesso [...] Leggi tutto
27 FEB
INTERVISTA ESCLUSIVA - Nancy ci racconta il suo concerto al Palapartenope
Nancy tra non moltissimo, precisamente il 27 Marzo ci sarà un grande evento che ti vede protagonista. Un mega concerto al Palapartenope a Fuorigrotta (NA). Puoi parlarci di questo appuntamento 27 Marzo 2015. Il mio primo [...] Leggi tutto

CSS Valido!