email

 

password

 

Benvenuto visitatore [ registrati | ]
il blog della musica napoletana

16/03/2018 Monica Sarnelli al Teatro Cilea con lo spettacolo "Chesta sera"

blog
Tutte le news sulla musica napoletana

 

INTERVISTA ESCLUSIVA a Giovanna De Sio
Inserito il 13 aprile 2013
INTERVISTA ESCLUSIVA a Giovanna De Sio

Giovanna nelle tue canzoni, riesci a creare un feeling con la generazione di oggi, che rapporto hai con i tuoi numerosi sostenitori? Il rapporto con i miei fans è speciale. Si confidano con me, mi parlano di loro, dei loro problemi. A volte dico loro:” Io mica sono una maga” e loro ridono e si divertono. Mi chiamano zietta, amore, sorellina, cucciola.. Io devo tanto a loro.. Tante volte dalle loro storie traggo dei bellissimi testi e stupende canzoni.
Sin da giovanissimo coltivi la passione per il canto, chi ti ha spinto ad intraprendere questo tipo di professione? E quanto è stato importante il sostegno e il supporto dei tuoi cari? Il sostegno dei miei cari è fondamentale. Infatti senza mio fratello Antonio (colui che vedete insieme a me da qualsiasi parte), non riuscire a fare molto, mi aiutata e mi sostiene 24 ore su 24. A spronare questo mio progetto è stato un mio lontano parente, che convinse i miei genitori a furia di rassicurazioni.. Ed oggi eccomi qui..
A qualche progetto discografico ti senti più legata? Mi sento molto legata al lavoro discografico 'Immancabilmente' fu' un periodo molto particolare della mia vita, ne conservo ancora un forte ricordo.
Hai avuto il piacere di conoscere Mario Merola.. Ci vuoi raccontare un aneddoto particolare che ti viene in mente quando pensi al grande maestro. Attualmente hai ancora contatti con la famiglia Merola? I momenti belli con il maestro Merola ne sono tantissimi. Ricordo con tanto affetto il giorno che lui mi vide per la prima volta.. disse a mio fratello:”Antò ti raccomando Giovanna, questo è un ambiente particolare”.. Questa frase mi colpì esageratamente.. Mi ha voluto bene dal primo momento… Ho ancora contatti con la sua famiglia.. Infatti c’è zio Tonico Serrapiglia che dopo di lui è diventato il mio secondo Mario Merola..
Nel 2010 esce l’album intitolato “IO GIOVANNA DE SIO”.. C’è qualcosa di autobiografico nelle tue canzoni? Nel disco “Io Giovanna De Sio” ho voluto dedicare una canzone a Mario Merola che tra l’altro è autobiografia (dedicata a te), ancora una volta mi sono sentita di sottolineare la grande bontà che ha avuto con me (e non soltanto con me), insegnandomi il “mestiere” come diceva spesso.. Lui mi sosteneva sempre, in tutto ciò che facevo..
Una forte amicizia che ti lega anche a Nino D’Angelo.. Che persone è Nino? Dopo la scomparsa di Mario Merola, ho avuto modo di lavorare con Nino D’Angelo, un altro grande per eccellenza. Le sue canzoni non hanno fine sono intramontabili. Nino è pieno di carisma, è molto simpatico. Quando l’anno scorso ho fatto parte del suo spettacolo teatrale, prima che iniziasse lo spettacolo, dietro le quinte, mi ha parlato dei suoi trascorsi artistici e mi ha fatto morire dal ridere. Io credo che lui sia un comico mancato oltre ad essere un fuoriclasse. Grande Gaetano.
Spesso nelle tue canzoni tratti temi di carattere sociale.. Tradimenti, invidie, gelosie… Cosa vuoi dire a tutte le donne che sono vittime di tradimento.. Che messaggio di speranza vuoi inviare loro.. Canto tanti brani, con tematiche diverse tra loro, per far si che si parla delle storie di tanto. Alle donne tradite dico: ”Oggi è molto più facile tradire, le tentazioni sono tanti, sapete bene che noi donno quando vogliamo sedurre, lo sappiamo fare con molta facilità e l’uomo debole ci cade”. Io comunque sono convinta che se due persone si amano, un piccolo tradimento di può pure perdonare e superare se poi replica e meglio lasciar perdere, si vede che non è presente più amore.
Quale è il momento della tua carriera e/o della tua vita che ricordi con più affetto? E quale invece con più tristezza? Il periodo più bello della mia vita è stato quando Merola accettò di duettare con me in (mamma de vicoli), il momento più brutto sicuramente quando morì. Ripersi mio padre per la seconda volta, visto che il mio è morto nel 1998
Il tuo nuovo lavoro discografico si intitola “Vita Nova”, puoi raccontarci brevemente questo album… L’album “Vita nova” nasce dall’idea della Mea sound, la casa discografica che mi sostiene e mi supporta da diversi anni. Tanio ed Andrea (i nomi dei discografici) mi proposero di fare il nono cd per includere i due singoli che avevo già pubblicato precedentemente, nel mese di giugno 2012. Insieme a questi ci aggiungemmo "freva d'ammore" che è il singolo che feci per la Piedigrotta del 2008 ed altre 5 cover. Ringrazio di vero cuore a tutte le persone che mi hanno aiutato nella realizzazione di questo lavoro, in particolare Carmine Giordano, arrangiatore delle cover.. L’ho mandato praticamente in tilt (ride).
Hai progetti futuri che vuoi svelare ai nostri utenti? Ho tanti progetti, spero di metterli in pratica al più presto, però per scaramanzia non ne voglio ancora parlare.. Mi perdonate? (ride). Grazie a tutti voi di piazzetta Napoli.. Un bacio forte a tutti voi e ai miei cari fans, amici che amo tantissimo.
La Redazione - Piazzetta Napoli

 

 

 

 

 

 

articoli simili
27 FEB
Guida Tv 2016: "Tutte le dirette televisive dei cantanti napoletani"
Per gli appassionati della musica napoletana abbiamo deciso di realizzare una guida tv, in continuo aggiornamento, delle trasmissione televisive che andranno in onda  in molte televisioni locali in Campania. Giorno per giorno una [...] Leggi tutto
16 MAG
ESCLUSIVA - Giovanna De Sio ci racconta il suo nuovo lavoro discografico
Tra pochi giorni sarà in vendita in tutti i migliori negozi di musica il nuovo lavoro discografico di Giovanna De Sio.   L’album che tocca molte tematiche, prevede la presenza di grandi autori che hanno [...] Leggi tutto

CSS Valido!